Giuro di dire la verità, tutta la verità! NON in nome di “Pinocchio”

Siamo un gruppo di studenti dell’IT Archimede di Catania che condividiamo attraverso questa pagina la voglia di dire la verità, solo la verità, non in nome di pinocchio.

Ci siamo posti un obiettivo : trovare la verità nel fiume in piena di notizie su cui scorre la nostra vita.

Step n. 1 

Abbiamo cercato una notizia da condividere, una notizia che parlasse non di scuola, non di politica, né di inflazione, bensì di stati d’ animo, benessere o malessere. Così, prima che diventassimo onnivori di notizie abbiamo trovato una notizia, a parer nostro, strepitosa: il blue Monday, il giorno più triste dell’anno.

Step n. 2 

Abbiamo accolto la sfida:  verificare la notizia.

Siamo andati a cercare la fonte : “ Il Corriere. It”

Step n. 3

Abbiamo verificato il nome del giornalista per vedere se fosse attendibile e conosciuto e la data della pubblicazione :  Cristina Marrone il 16 gennaio 2018 alle ore 13.20. Diventiamo detective ed indaghiamo su Cristina Marrone. La troviamo subito su Facebook e su Linkedin : è una giornalista del Corriere della sera. Sembra proprio una giornalista di razza.

Step n. 4 

Osserviamo come viene data la notizia e se compaiono le fonti : la notizia non è urlata, viene data in forma pacata. La fonte sembra risalire  ad una decina di anni addietro, a nome di uno psicologo inglese, Cliff Arnall, che spiegherebbe il perché di questa triste giornata, mettendo insieme condizioni metereologiche sfavorevoli, festeggiamenti natalizi ormai passati, soldi spesi, rientro al lavoro.

Step n. 5 

Continuiamo la nostra ricerca per vedere se ci sono smentite di questa notizia che a tutti noi, senza ombra di dubbio, sembra attendibile. Proprio su facebook salta agli occhi una notizia data dal giornale Focus.it “ Perché oggi non è il giorno più triste dell’ anno” : scopriamo che è una bufala, pubblicata sul predetto giornale dalla giornalista Elisabetta Intini.

Increduli, sbigottiti, dopo aver a lungo disquisito sugli effetti delle “bufale” cerchiamo notizie su questa giornalista.  E’ una giornalista freelance, divulgatrice scientifica. Realizza articoli, interviste e video per siti internet. Nel suo articolo spiega da dove nasce questa notizia non vera e, ancora una volta constatiamo con amarezza che alla base di ciò spesso ci sono degli interessi economici.

Abbiamo creato altri 2 punti del decalogo richiesto nel progetto che chi da notizia dovrebbe sempre tenere a mente :

1-Costruisciti un’ etica digitale

2- Diventa il “ braccio” della verità, armato di pazienza per verificare, prima di pubblicare o condividere qualsiasi contenuto.

Attraverso questo progetto abbiamo scoperto anche una grande passione: il giornalismo vero  racconta solo la verità,una verità mai deformata attraverso lenti mediatiche!

Alessandro Motta – Luca Porto II A Informatica IT Archimede Catania

Federico Calabrese II B Informatica IT Archimede Catania

 

Precedente L'anima potrebbe esistere ma NON è un concetto quantistico!